Home » Documentazione & Utility

Documentazione & Utility

collegiata

LA COLLEGIATA

 
 

Le prime notizie sulla presenza della Chiesa di Santa Maria Assunta risalgono ai primi mesi del1574. Conosciuta anche come la Collegiata di Anguillara Sabazia, sorge nel centro storico del paese e la sua posizione strategica le permette di svettare sul meraviglioso Lago di Bracciano. L’attuale struttura è il risultato del restauro avvenuto nel1700, il suo campanile venne distrutto da un fulmine nel 1729 e ricostruito negli anni successivi, fino ad arrivare al 1794, quando la chiesa venne consacrata. L’interno di questo luogo di culto è di tipo basilicale e a tre navate, tra le varie opere custodite tra le sue mura spiccano uno splendido organo risalente al settecento, una quattrocentesca tela raffigurante la Madonna della Rocca Maggiore ed una cinquecentesca tela del Cavallucci raffigurante Cristo in Croce fra la Maddalena e San Giovanni.

GIUDIZIO TURISTICO 8,5

 
 
 

   LAGO DI MARTIGNANO

 
 

Il lago di Martignano si formò oltre 130.000 anni fa, su una conca scavata per effetto delle eruzioni del vulcano Sabatino, ed era conosciuto ai Romani. Essi frequentavano il lago come luogo di villeggiatura e vi attingevano l'acqua utilizzando l'acquedotto Alseatium costruito nel 2 a.C. da Augusto per rifornire la Naumachia di piazza San Cosimato a Trastevere dedicata a Giulio Cesare. Probabilmente in origine era più vasto, e il livello dell'acqua raggiungeva i 330 m s.l.m., e dai rilevamenti geologici, sembrerebbe che in Epoca Romana il lago toccasse i 250 m slm, per poi abbassarsi gradualmente nel corso dei secoli. Sulle sue sponde sono visibili otto terrazzi,testimonianze delle modifiche del livello dell'acqua negli ultimi 2.000 anni circa: il primo terrazzo si trova a 234 m slm, mentre l'ultimo a circa 0,25 cm dal lago stesso. Le prime misurazioni ufficiali risalgono al XIX, che rilevano l'altitudine a 207 m slm, dato confermato anche nel 1969, mentre nel 1993 si è attestata a 203. Nuovi studi condotti nel 2006, hanno evidenziato un'ulteriore diminuzione di un metro del livello delle acque, con una lunghezza di 2,010 e una larghezza di 1,5 km, per una superficie di 2,41 Km quadrati e una profondità massima di 58 metri.

GIUDIZIO TURISTICO 8

PORTA MAGGIORE

PORTA MAGGIORE

  

 

Porta Maggiore, detta anche “di Castello“, rappresenta l’ingresso al centro storico, racchiuso da mura fortificative. L' aspetto attuale è frutto di continui rifacimenti e sovrapposizioni, iniziati probabilmente all’epoca della famiglia degli Anguillara dall’XI secolo, successivamente dotata di una cinta muraria a partire dal XIII secolo. Una prima evidente impronta Orsiniana si ha con Francesco Di Giorgio Martini a Bracciano, quando la porta venne maggiormente fortificata e dotata di un ponte levatoio e di uno stemma, anch’esso realizzato in pietra, posto sopra l’arco di porta, un tempo probabilmente rappresentante un orso che divora un’anguilla e le insegne di Gentil Virginio Orsini Junior di Anguillara, emblemi anche visibili nelle sale del Palazzo Baronale Orsini. Nel 1580, nell’ambito dei lavori di rifacimento della fortezza (compresi i giardini), la Porta venne ulteriormente modificata da Giacomo del Duca con una serie di migliorie (tra cui l’eliminazione del ponte levatoio), facendogli assumere l’aspetto rappresentato in un noto acquerello di Gaspar Vanvitelli del 1713. Nel 1772 venne costruito l’ambiente dell’orologio ed il vano scala per accedervi, il cui ingresso è situato da piazza del Comune. Si ipotizza che l’orologio venne collocato al di sopra di una struttura preesistente, forse una meridiana, come presumibile per la presenza del prolungamento della muratura oltre la cornice orizzontale in pietra.

 

GIUDIZIO TURISTICO 7,5

MURA DI SANTO STEFANO

MURA DI SANTO STEFANO

  

 

E' una villa Romana risalente al II secolo DC, periodo in cui si svilupparono molti insediamenti nella zona, grazie anche all'antica via Clodia, ottima via di comunicazione. Le Mura di Santo Stefano costituiscono il classico esempio di architettura rustica romana, con particolari pregi come ad esempio una cisterna collocata vicino all'edificio per la raccolta delle acque, od il fatto di essere stata costruita su ben tre livelli, proiettando verso l'alto tutta la sua imponenza (circa 20 mt). Durante il Medio-Evo la villa venne trasformata in una chiesa dedicata a Santo Stefano, da cui risale il nome attuale. E' un luogo senza tempo, dove il solo avvicinarsi ti proietta per un istante nel passato, lasciando spazio a fughe immaginarie dove il tempo sembra essersi fermato.

GIUDIZIO TURISTICO 8

ANGUILLARA SABAZIA

ANGUILLARA SABAZIA

  

 

La storia di Anguillara Sabaziainizia proprio con il suo nome, che non deriva come molti erroneamente credono da Anguilla, specialità di pesce locale, bensi dalla famiglia degli Anguillara che per molti secoli dominarono questa zona, od anche da una villa di epoca romana chiamataAngularia per la sua posizione sulla costa dalla forma ad angolo retto. Nel 1872 fu aggiunto l’appellativo di Sabazia, che derivava dal nome del lago “Sabatinus” e dall’antica città “Sabate”. Quindi come è facile apprendere, la Storia di questo antico borgo è strettamente legata alle antiche e potenti famiglie che frequentavano tutta la zona Sabatina. Anche se le prime testimonianze storiche ci vengono date da recenti ritrovamenti di un villaggio Neolitico nella località de La Marmotta, la vera Storia di questo paese si può dire che inizi con gli insediamenti militari della famiglia degli Anguillara. La famiglia, mantenne il feudo della città fino al 1488, quando il suo ultimo esponente morì. L’apice del potere di questa famiglia fu raggiunto nel XV secolo, quando si concluse vittoriosamente la lunga rivalità con iPrefetti di Vico. Dopo questo evento, la città di Anguillara visse il periodo più difficile della sua storia, quando venne venduta nel 1492 agli Orsini, già proprietari di Bracciano. Nel 1693 gli Orsini, ormai soffocati da pesanti debiti, cedettero i loro numerosi possedimenti: Bracciano agli Odescalchi, Trevignano ed Anguillara a due membri della famiglia Grillo. La città di Anguillara passò a Francesco Grillo de’ Mari, duca di Mondragone. L’ultima famiglia di cui si abbiano notizie dopo il settecento è quella dei Duca di Eboli, di chiara origine napoletana.

GIUDIZIO TURISTICO 9

Parcheggio

PRO LOCO ANGUILLARA SABAZIA

 Indirizzo: Piazza del Lavatoio, 2 - 00061

Località: Anguillara Sabazia RM

infoprolocoanguillara@gmail.com 

Polizia Locale: 348.6905279
Pronto intervento Carabinieri: 112
Ambulanza: 118
Ama: 800.867035
Pronto intervento Corpo Forestale: 1515
Pronto intervento Guardia di Finanza: 117
Pronto intervento Polizia: 113
Pronto intervento Vigili del Fuoco: 115
Pronto soccorso stradale ACI: 116
Comune: 06.9960001
Asl RMF: 06.96669615

Dove siamo